Incentivare i voli

Le isole Canarie si raggiungono quasi solamente in aereo. La differenza tra i 1600 voli settimanali tra quelle isole e il resto del mondo e i nostri 150 voli settimanali con il continente non è comunque spiegabile.

Molti politici regionali non hanno ancora capito come funziona l’intreccio tra trasporti ed economia. Non si aspetta che ci sia richiesta per fare un’offerta, ma è l’offerta che crea la richiesta. In pratica esiste la stessa interdipendenza come tra un ascensore e un grattacielo. Se non ho inventato l’ascensore non posso costruire un grattacielo, ma se qualcuno non vuole costruire grattacieli è inutile inventare e produrre ascensori. Qualcuno deve iniziare il circolo virtuoso e in questo caso è la Regione Sardegna a doverlo fare.
Se questa non garantisce ad esempio, che la tratta aerea Amsterdam - Olbia sia operativa, almeno una volta la settimana, per tutto l’arco dell’anno, come può un imprenditore olandese aprire una ditta nella Gallura o un ricco pensionato di Den Haag comprare una casa a San Teodoro se poi è impossibilitato a raggiungere l’isola fuori stagione?

Ancora maggiormente questo vale se con la zona franca si vuole promuovere l’insediamento di nuove aziende. La mobilità aerea diventerà un elemento chiave per le decisioni degli imprenditori. Questo per rimarcare che la zona franca non può essere solo semplificata a una questione di tassazione agevolata per le aziende, ma deve rientrare in un programma economico e sociale molto più complesso.

 

FACEBOOK - GIGI SANNA PRESIDENTE