30-40-50: Riduzione radicale dei prezzi per merci e persone

30 Euro dovrebbe essere il costo del biglietto a persona per un posto in cabina sul traghetto, 40 Euro dovrebbe essere il prezzo medio per il volo di una persona dal continente in Sardegna e viceversa, e 50 Euro quelli per il trasporto di un’automobile su un traghetto.

Questa formula ha un valore prettamente comunicativo! La logica su cui vogliamo basarci è il calcolo esatto di quanto costerebbe il tragitto ad esempio Olbia - Civitavecchia se ipotizzassimo che fosse un viaggio in auto (costo benzina, usura autovettura e pedaggio autostradale). Da logica il viaggio in traghetto quindi di una persona con auto al seguito dovrebbe costare in sostanza lo stesso prezzo di quello di una coppia o di una famiglia con due figli sempre con auto al seguito.

Questa è l’essenza della continuità territoriale. Questa “garanzia” che dovrebbe essere data dallo stato, è parallelamente sia da riconquistare a livello giuridico (ma non possiamo aspettare cosi a lungo), sia da applicare investendo noi in questa forma anomala d’infrastruttura. Messa in questi termini sarà difficile argomentare da parte dell’Unione Europea (non considerando il regime di zona franca) che siano aiuti di stato, poiché (e mi propongo a spiegarlo all’interessato dati alla mano) si tratta di un investimento di tipo ordoliberista, molto apprezzato dai paesi nordeuropei che oggi in pratica comandano a Bruxelles.

Specialmente la riduzione sensibile del costo di trasporto dei traghetti riporterebbe molti turisti italiani in Sardegna, quelli che sono venuti meno negli ultimi 3-4 anni. Questo perché il nostro “format” di turismo si è troppo concentrato su questo tipo di soluzione (traghetto, auto, seconda casa o affitto) e per recuperare il terreno perduto non si può costruire entro poco tempo qualcosa di totalmente diverso. A medio e lungo termine invece il nostro modo anacronistico di pensare il turismo deve cambiare e fondare su più colonne portanti, diventando quindi resistente se una di queste, per motivi di crisi locale, viene meno. 

 
FACEBOOK - GIGI SANNA PRESIDENTE