... la gente è ormai alla fame

Si delineano già i temi forti della brevissima (purtroppo) campagna politica per le elezioni del nuovo Parlamento dei Sardi. Sono da una parte l'indipendentismo radicale che si ispira, prevalentemente, alle teorie politico-sociali e istituzionali dell'algherese Antonio Simon Mossa e dall'altra il progetto della Zona franca integrale.

 

Non ci vuole molto a comprendere che i Sardi voglio chiudere definitivamente e in fretta il capitolo dell'autonomismo imbelle e della cosiddetta 'Rinascita'. Lo hanno detto a chiare lettere nella ormai nota inchiesta delle Università di Cambridge e di Cagliari.

 

Come non ci vuole molto a capire che i 'pannicelli caldi' governativi non servono più (sempre che siano serviti) e che le misure per superare la crisi in Sardegna devono essere del tutto eccezionali. Pari alla gravità dell'economia di un'isola che ha solo due vie d'uscita per superarla: un nuovo esodo in massa o l'uscita drammaticamente dignitosa da questa vita. E questa si sa purtroppo, non è retorica. E' la pura realtà. La gente è ormai alla fame.

FACEBOOK - GIGI SANNA PRESIDENTE